Centro Sociale

Il Centro, servizi, regolamento, adesione

Regolamento interno

Art. 1 - Il Centro Anziani è uno spazio sociale attrezzato per incontri di tipo ricreativo, ludico, culturale, sociale e assistenziale, autogestito, senza fine di lucro, dall'Associazione di Volontariato "Solidarietà" di Maccagno e dai soci regolarmente tesserati ed avente la finalità di favorire e rafforzare la conoscenza reciproca e l'impegno civile e solidale dei cittadini, dando agli stessi la possibilità di vincere la solitudine propria della terza età.

Art. 2 - La struttura, data in comodato dal Comune di Maccagno, è stata attrezzata dall'Associazione Solidarietà. I locali sono predisposti per attività di vario genere ed in particolare:

a) cucina attrezzata

b) sala polivalente per riunioni ed incontri culturali, relazioni conviviali, punto ristoro, con televisione e videoregistratore

c) sala bar con televisione

d) salone multiuso, con gioco delle bocce, trasformabile per altri usi; feste danzanti, salone ristoro ecc.

e) cantina

f) ambulatorio infermieristico gestito in collaborazione con il Comune di Maccagno

g) spazio esterno per attività all'aperto

Art. 3 - L'uso dei locali e degli spazi deve avvenire nel rispetto delle diverse funzioni assegnate.

Art. 4 - I soci del Centro sono persone interessate a perseguire gli scopi previsti dall'art.1 e disponibili a prestare gratuitamente e volontariamente la loro opera nelle attività che sono loro più congeniali.

I soci aderenti si distinguono pertanto in

a) soci volontari: coloro che svolgono determinati servizi

b) soci frequentatori: coloro che, pur frequentando il Centro, non hanno precisi incarichi.

I Soci sono tenuti al rispetto del presente regolamento interno e delle decisioni assunte dagli organismi dirigenti eletti in base allo Statuto dell'Associazione "Solidarietà" .

Art. 5 - GESTIONE DEL BAR E ATTIVITÀ VARIE - La gestione ed il funzionamento del Centro é affidata ai soci iscritti nel registro dei volontari dell'associazione "Solidarietà", i quali prestano la propria attività in forma personale, spontanea e gratuita, senza fini di lucro ed esclusivamente per scopi di solidarietà. L'associazione sosterrà le spese necessarie per l'acquisizione del libretto sanitario e di ogni altro certificato e/o documento e/o esame occorrente per l'accertamento dell'idoneità e dell'espletamento di tale servizio.I prezzi delle bevande e dei prodotti in vendita saranno aggiornati in relazione alle variazioni dei prezzi di acquisto ed alle necessità gestionali. Per le altre attività e/o iniziative il Consiglio Direttivo indicherà il contributo minimo da proporre ai soci per la partecipazione.

Art. 6 - PRESTAZIONI DEI SOCI - Tutti i Soci, nell'ambito delle loro capacità e possibilità, possono partecipare alla vita del Centro e collaborare ad assicurare la gestione ed amministrazione dello stesso; devono altresì aiutare al mantenimento delle strutture e delle attrezzature a disposizione.

Art. 7 - ORARI DI APERTURA DEL CENTRO - L'orario di apertura del Centro è stabilito dal Consiglio Direttivo. L'orario verrà esposto all'ingresso della struttura. Il Centro Anziani è aperto tutti i giorni dalle ore 14:00 alle ore 18:00. Per singole manifestazioni occasionali il Presidente può procedere d'iniziativa, sentito il parere dei volontari addetti al bar.

Art. 8 - Hanno libero accesso ai locali del Centro ed il diritto di partecipazione alle varie attività tutti i cittadini regolarmente iscritti al Centro stesso ed in regola con le norme del tesseramento annuale. Lo stesso diritto di frequenza viene riconosciuto agli iscritti ad altri Centri aderenti all'Associazione Nazionale dei Centri Sociali.

Art. 9 - PARTECIPAZIONE DI ESTERNI - Per attività temporanee per altre associazioni, enti e/o soci per iniziative di carattere privato, il Consiglio Direttivo, su proposta del Presidente, potrà eccezionalmente autorizzarne la partecipazione, fissando una quota da richiedere a copertura delle spese vive.

Tali iniziative non dovranno comunque coincidere con le attività organizzate dall'associazione.

Art. 10 - Tutti i soci hanno l'obbligo di:

- tenere un comportamento educato, amichevole e solidale;

- evitare la bestemmia ed il turpiloquio;

- non fumare nei locali dove è espressamente vietato;

- mantenere in ordine e ben puliti i locali;

- non danneggiare e mantenere sempre efficienti i locali e le attrezzature affidate.

Art. 11 - Sono tassativamente vietati tutti quei giochi espressamente proibiti dalle Leggi e Regolamenti in vigore e comunque d'azzardo.

Art. 12 - I soci di turno che gestiscono il Centro insieme ai membri del Consiglio Direttivo dell'associazione vigilano sulla stretta osservanza del presente regolamento. Nei confronti degli inadempienti saranno applicate le sanzioni previste dallo Statuto.

Gli organi di gestione

Art. 13 - Per quanto riguarda gli organi di gestione si fa riferimento allo Statuto dell'Associazione di Volontariato "Solidarietà".

Art. 14 - Per quanto non previsto dal presente regolamento si fa riferimento allo Statuto dell'Associazione di Volontariato "Solidarietà".

Art. 15 - MODIFICHE AL REGOLAMENTO - Ogni eventuale modifica alle norme del presente Regolamento dovrà essere approvata dal Consiglio Direttivo e sottoposta a ratifica della prima assemblea ordinaria dei soci.

Maccagno: 26 aprile 1997

per il Consiglio Direttivo
Il Segretario: MACCARIO Gianni

Ricerca

Notiziario Insieme

Notiziario Insieme dx

Gallerie Fotografiche

Festa nonni 2008 2

Contattaci

Amministrazione

Search